lunedì 5 settembre 2016

Gruppo Culopesante *Frontemare capitolo secondo*

5-16 Agosto 2016
written by Elena
Lo confesso: l'Adriatico Italiano non mi piace.
Per i bambini è stato bellissimo: spiaggia con sabbia, mare senza meduse, vento per gli acquiloni.
Anche per gli adulti, beninteso: casa fronte mare, terrazzo grande per i pranzi e le serate chill out, cucina abruzzese fantastica.
Ma io voglio il mare limpido, con gli scogli, per fare snorkelling!!! Poi Samuele quest'anno si era preso bene... Uffa... 
Per il resto non c'è molto da dire. I bimbi ormai non hanno nessun problema di convivenza, ogni adulto aveva 4 figli e ogni figlio 3 fratelli.

Il tempo ovviamente non è sempre stato sorridente, ma mai così terribile da non permetterci di uscire. Certo in alcuni momenti pareva di essere in Normandia, ma nulla che un prosecco non possa alleviare!
Se posso permettemi, ecco alcune indicazioni su dove mangiare:
 - e fatela un po' di strada per mangiare gli arrosticini migliori del mondo! A Castilenti.
 - Johnny Be Good's: super hamburger, in un clima americano anni '50
 - luculliana cena di pesce, con un nostrano vinello frizzante, al bagno Ippocampo.

Per evitare i giorni da bollino nero, abbiamo allungato la vacanza in Umbria. Ma che meraviglia!!! Tutte queste colline lussureggianti, borghi mediavali da sogno, e la crescia!!!! La crescia!!!!!
Abbiamo alloggiato in un B&B appena fuori Urbino, in mezzo alla natura, con vari animali a disposizione. La strada per arrivarci ci regala un paesaggio mozzafiato. 
 
In quei giorni ad Urbino c'era la festa medievale. Bella eh, ma 5€ al giorno a testa per entrare. Poi siamo stati a Gubbio, borgo incantevole, anche sotto il solleone.
(Notare lo sguardo assassino di Enea...)

Alcuni consigli su dove mangiare (sì, abbiamo preso kg su kg, s'era intuito?):
 - Urbino dei Laghi: pizzeria stellata, ambiente unico e pinterestiano, da sogno. Prezzi un po' sopra la media, ma meritati.
 - Osteria dei RE, a Gubbio: irrinunciabile il piatto del Re.
Al ritorno, nonostante la stanchezza, la pancia piena, etc etc, nessuno c'ha impedito di visitare di sfuggita San Marino, al grido: piadina! Squaqquerone!
Lo so che volete saperlo.. ebbene, quest'anno la pinnacolata è stata vinta dal gentil sesso dagli stron dagli uomini!

Conquistando il mondo *agosto 2016*


Benvenuta Amelia!
Mamma: "Bambini, vi devo dire una cosa!!!! E' nata una bambina...."
Samuele: "Chi?"
Mamma: Chi aveva una pancia grande grande?!"
Enea: "Tu?"
04.08.2016

"Hanno ucciso l'uomo lagno chi sia stato non si sa, folse quelli della Malvel folse la pubblicità.."
Enea, 05.08.2016

"Mi sembra un labilintolo!"
Enea, 16.08.2016

Una famiglia ingombrante #1
"Il lago di Garda una volta era ghiacciato. Me l'ha detto il nonno, e il nonno sa tutto!"
Samuele, 18.08.2016

Una famiglia ingombrante #2 
Samuele: "Ma quanto ci si impiega ad andare in Croatia in nave?"
Papà: "Non lo so.."
Enea: "Chiedilo allo zio Enly! Lui sa tutto dei viaggi!"
19.08.2016

"Mamma, dopo dagli quattro madonne al papà!"
Samuele, 19.08.2016

Mai dire mai

9-12 Giugno 2016
written by Elena

Stavamo pensando ad un break e, cercando una qualche destinazione di mare, ci siamo imbattuti nella foto di queste tende del Camping Bijela Uvala, a Poreč, Croazia.
Insomma, siamo stati pervasi da questo senso di benessere e relax, quindi sorvolerò sul tempo di merda che ci ha riservato il weekend, e pure sul fatto che sembrava di averli dentro la tenda, i fulmini e i tuoni. Insomma, non mi lamenterò nemmeno del fatto che la zona notte era chiusa ermeticamente e con il sole si moriva di caldo.
Perchè alla fine abbiamo fatto snorkeling, io e Samuele, e il mare era bellissimo, e lo adoro pure in tempesta. Abbiamo mangiato pesce, quantità di sardine con cipolle e cevapčići con salsina ai peperoni che forse puzzo un po' anche in questo momento, sorseggiato vinello come se il futuro fosse solo rosa.
E sì, lo confesso. Abbiamo fatto le classiche ferie che recriminiamo ai tedeschi sul lago di Garda, nel nostro camping super servito, tra pensionati in roulotte e vecchiotti che lì proprio ci vivono.

lunedì 1 agosto 2016

Conquistando il mondo *luglio 2016*



"Non c'è la paletta osti!"
Enea, 04.07.2016

"Papà mi metti su la canzone "Eseeempiooooo"?"
E non si sa come, il papà ha capito che intendeva "We are the champions"...
Enea, 12.07.2016

"Ma hai un bambino lì?"
"Nooooooo..."
"Allora perchè è un po' gonfietto?!"
"Beh senti, anche tu sei un po' gonfietto eh.."
 Enea, 14.07.2016

"Stiamo giocando ai supereroi, io sono il camaleonte che si traumatizza in tanti colori!"
Samuele, 15.07.2016

"Bella questa canzone! Di chi è?"
"Dei Beatles!"
"Bella, da glande voglio fare un gluppo così!"
Enea, 21.07.2016

"No però Samu, devi trattenerti, non puoi fare una puzza del genere!!!"
"Ma come faccio a tenerla nella pancia?? Non si può, l'ho studiato a scuola!!"
"Studi le scoregge?!?!"
Samuele, 25.07.2016

"Questa è la sciesiovia.."
Samuele, 31.07.2016

Conquistando il mondo *giugno 2016*


"Che bella che sei mamma!!! Sembri una cameriera!"
"Ok, vado a cambiarmi..."
Samuele, 13.06.2016

Dalla nonna Bella:
Enea: "Qui è dove si sedeva il nonno Pannolino!  Dov'è adesso?"
Nonna: "Eh, è in cielo.."
Enea: "Ma come ha fatto ad andacci se non ha le ali?"
Samuele: "Lo hanno portato in cielo gli angeli!"
15.06.2016

"E' nato nella prestroia"
Samuele, 30.06.2016

"Tu mangi tanto perchè devi diventare grande!"
"E tu papà mangi tanto perchè devi diventare vecchio?"
Samuele, 30.06.2016

lunedì 13 giugno 2016

Conquistando il mondo *maggio 2016*


"Ho fatto un bruttissimo sogno..."
Pianto a dirotto, lacrime incontrollabili e singhiozzo
"Ho sognato che io ero grande, e tu e il papà eravate morti, e io ero tanto triste.."
"Amore mio... ma quando sarai grande forse avrai dei bambini che ti staranno vicini e ti faranno felice, come tu ed Enea avete fatto con papà.."
Samuele, 01.05.2016

Alla festina dell'asilo
Mamma xxx: "Sai che xxx dice che Samuele è il suo moroso?"
"Ah sì? Ahahah"
Mamma xxy: "Eh, anche xxy lo dice.."
Mamma xyy: "Pure xyy"
"Ehm... io andrei..."
09.05.2016

"Ma il papà ti ha invitato al compleanno? E al tuo mat'imonio?"
Enea, 21.05.2016

"Hai sentito che ho detto la elle???"
"Ehm.. non credo amore..."
Enea, 23.05.2016

"Gli scarafaggi sono usciti dalle grigliate!"
Samuele, 23.05.2016

Papà sveglia Enea, che apre dolcemente gli occhi e lo apostrofa con un "Ma sei impazzito?!"
Enea, 29.05.2016

Enea appena sveglio viene portato nel lettone con la mamma, ma dopo poco abbandona l'ultimo tepore con un "Io me ne vado".
Enea, 30.05.2016

lunedì 2 maggio 2016

A Roma noi si va!

12-14 Marzo 2016
written by Manuele
Si sente il profumo di primavera: e allora perché non fare una bella gitarella fuori porta.
Occasionissima ITALO. 90 euro tre biglietti per Roma A/R (Enea non paga, ma non ha nemmeno il posto a sedere). Impossibile non approfittarne. E allora eccoci a bordo della bellissima carrozza di Italo, fortunatamente nei posti intorno al tavolino. Peccato che i nani decidano di crollare dal sonno 15 minuti prima di arrivare alla stazione di Roma Termini.
Un giro di metro e in poco tempo siamo a Casa Winkler, a due passi da Castel Sant’Angelo. L’appartamento molto bello, pulito e spazioso, è in un vecchio palazzo nel quartiere Prati.
La zona è molto in, con bei negozi per lo shopping e deliziosi ristorantini e tavernette.
Decidiamo di far subito un giro a piedi. Siamo un po’ stanchini per il viaggio ma c’è una bellissima luce. Così subito Castel Sant’Angelo e Vaticano, proprio a quattro passi. Bellissima la basilica di San Pietro al crepuscolo. Dopo un aperitivo romano con mojito (beh di romano questo non ha molto) chiudiamo la serata in pizzeria al PummaRè. Con i bimbi purtroppo esageratamente stanchi.
Della nostra tre giorni il sabato sarà quello completo, quello in cui ci dedicheremo dalla mattina alla sera alla visita della capitale. E allora lasciamo la scelta ai bimbi e Samuele vuole vedere subito il Colosseo! Così dopo una  piccola deviazione a piedi causata dalla chiusura di una linea di metropolitano arriviamo all’immenso piazzale del Colosseo. Ci divertiamo a  raccontare ai bimbi la storia della Roma antica, di gladiatori e di belve feroci, di impero e di inganni. La mattina passa così, tra i fori imperiali e gli archi trionfanti. 
Rientriamo e pranziamo in un bel pub con hot dog e hamburgher. Qui il riposino ci vuole proprio. Rimaniamo in stanza qualche ora per poi riuscire e visitare in ordine Piazza di Spagna (delusione, tutta piena di cantieri) e Fontana di Trevi (non fatevi ingganare dalla foto, c'era più gente lì che in Cina). Qui stavolta non ci sono lavori e la fontana è splendida, Enea si diverte a buttare tutta la moneta rimasta un po’ nella fontana e un po’ in giro. Pur essendo grandina la mira è quella che è!
Proseguiamo visitando piazza Navona con un simpaticissimo giocoliere del fuoco che ci diverte con la sua arte. La cena la facciamo da “La Danesina” un ristorantino che ricordavo quando frequentavo Roma anni fa. Il posto è cambiato molto, ma il cibo è una garanzia: melanzane alla parmigiana, cacio pepe, amatricana.. porzioni da supereroi che purtroppo non riusciamo nemmeno lontanamente a finire. Da li passeggiamo e rientriamo nel nostro loft. E’ stata una giornata splendida.
Ultimo giorno a Roma, ma ce lo possiamo godere tutto perché il treno che ci riporterà a casa è alle 19!
Dopo un abbondante colazione decidiamo di portare le valigie al deposito di Roma Termini: indicazioni pessime e sostanzialmente un furto legalizzato. Più leggeri, con la metro raggiungiamo Piazza del Popolo. E’ una splendida giornata di sole e c’è caldo, quel bel teporino che ti fa togliere le giacche e sedere sulle panchine. E li c’è il Pincio! Così ci rilassiamo nel parco mentre i bimbi scorazzano nel parco di villa Borghese giocando a nascondino all’ombra delle piante. 
Poi abbiamo risalito via del Corso vedendo il Senato e il Parlamento. Pranzo in una trattorietta sulla via del Pantheon. Poi visitiamo questa strana costruzione con un buco sopra che affascina tantissimo Samuele.
Finiamo via del corso e ci arrampichiamo sopra il maestoso Altare della Patria e poi al Quirinale dove raccontiamo la storia di Romolo e Remo ai due piccoli giramondo.
Ultima richiesta di Samuele è vedere la bocca della Verità, lo accontentiamo facendoci un'altra bella scarpinata. Poi dopo una Guinness ristoratrice passeggiamo per il Circo Massimo e raggiungiamo la stazione dei treni.
Il viaggio di ritorno ci riserva un po’ di sorprese, con Enea che decide di vomitare tutto quello che ha mangiato al McDonald's sporcando me, vicino, cabina, bagno… simpatico siparietto che ci fa capire che i bucatini all’amatriciana sono più buoni del junk food industriale!